Un raccolto per le feste

Cle_Elum__191

Nello stato di Washington i Kiwaniani tagliano e vendono alberi di Natale per finanziare borse di studio locali.

Storia e foto di Curtis Billue

A nord della cittadina di Cle Elum, nello stato di Washington, lungo la vecchia strada mineraria 5, si trovano abeti di tutti i tipi. Gli abeti Nobile, Argento e Subalpino preferiscono un’altezza elevata. Nelle zone più basse, gli abeti Grand e Douglas torreggiano attorno a una banda di allegri Kiwaniani. Neanche la nuvola sopra di loro, che piove sulle loro spalle, riesce smorzare il loro spirito gioioso.

Cle_Elum__232

Hartwig Vatheuer, Jean Cicognani e Dave Bridgeman corrono sul terreno accidentato. Il suono delle loro canzoni, delle battute in diverse lingue e delle risate, si mescola ai suoni dell’acqua che gocciola dai rami degli alberi di larice e del ronzio di una motosega.

Vatheuer, forestale in pensione con 30 anni di esperienza, conosce la cresta di Cle Elum come il palmo della sua mano. Si muove tra gli spessi rovi color ocra e i tronchi marci e anneriti fino a trovare un promettente abete Douglas. Egli valuta l’albero e lancia le misure dell’altezza come un codice segreto: “Abbiamo bisogno di cinque più di 16, 11 per la chiesa, 9 a casa”.

Questo abete è piccolo, ma è una bellezza. Quando il club Kiwanis vende gli alberi, dice che hanno un motto in mente: “Un albero per tutti i gusti e per ogni portafoglio”.

Cle_Elum__38

Cle_Elum__176


Guarda un video sui Kiwaniani di Washington e la loro vendita di alberi.


KiwanisClubtreesale1

Alberi di gioia e solidarietà

Il lotto di alberi del club Kiwanis della cittadina di Cle Elum, nello stato di Washington, rende facile la scelta di un albero di Natale. È una tradizione.

Storia e foto di Nicole Klauss

Ogni dicembre, i soci del Club Kiwanis di Cle Elum, Washington, trascorrono i fine settimana aiutando le persone in una delle decisioni più difficili delle feste: la scelta del perfetto albero di Natale. Non troppo alto. Non troppo corto. Non troppo magro. Non troppo largo. Perfetto.

Il lotto di alberi in First Street è una tradizionale raccolta fondi nella comunità di circa 1900 persone. I clienti acquistano alberi naturali per le loro attività commerciali, per le chiese, giardini e abitazioni.  Che si tratti di abeti rossi “Charlie Brown” alti un metro, o di abeti nobili di 7 metri, gli alberi vengono raccolti dai Kiwaniani nella foresta nazionale di Okanogan-Wenatchee.

Alcuni anni il terreno è coperto di neve quando il lotto si apre, dice il Kiwaniano Hartwig Vatheuer. La gente arriva con una tazza di cioccolata calda o di caffè per scaldarsi le mani mentre vagano tra gli alberi. Nei giorni feriali si applica il sistema d’onore. Scegli il tuo albero e lasci i soldi al magazzino accanto, che vende articoli per la fattoria e per la casa.

KiwanisClubtreesale9

“L’unico episodio di mancato pagamento è stato tanti, tanti anni fa, quando i poliziotti  colsero una donna dopo la chiusura dei bar”, racconta Vatheuer. “Si trascinava l’albero lungo la strada. Fu denunciata e l’albero l’abbiamo recuperato l’indomani dal dipartimento di polizia.”

Nei fine settimana, i Kiwaniani contano quanti alberi sono stati acquistati e riforniscono il lotto se necessario. Quindi si apprestano alla vendita, accanto a una stufetta portatile, all’interno di un piccolo rimorchio, scambiandosi racconti in attesa dei clienti.

Libby MacFarland e suo marito Jaime sono venuti lo scorso dicembre, alla ricerca di un piccolo albero da addobbare. La coppia si era trasferita dall’Iowa alcuni mesi prima delle feste.

“Non abbiamo avuto un vero albero da tanto tempo”, dice Libby, aggiungendo che il loro albero artificiale lo avevano comunque conservato. “Ho molte decorazioni fatte in casa, oggetti che ho fatto io 40 anni fa.”

Normalmente Susan Black compra i suoi alberi dal club, anche se nei due anni precedenti è andata a tagliarselo da sé. Ora, è tornata al lotto del Kiwanis.

“Decoriamo con luci e ornamenti”, dice la Black. “Alcune decorazioni le abbiamo acquistate e conservate ogni anno, e cerchiamo di aggiungerne di nuove ogni anno. Alcune sono fatte in casa dai ragazzi quando erano piccoli, ma per lo più le abbiamo comprate.”

Le persone che comprano l’albero nel lotto di alberi di Natale del Kiwanis non prendono soltanto un albero, danno anche un contributo alla comunità. Gli alberi vanno da 3 a 80 dollari, e gli incassi sono devoluti ai servizi per i giovani e per la comunità.

“Doniamo diverse migliaia di dollari l’anno in borse di studio per giovani laureati o laureandi”, afferma il socio Larry Scholl. “Alcune borse sono continuative, fino a quattro anni di sostegno agli studi.”

KiwanisClubtreesale3

Submit a comment

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...