La battaglia dei possenti

DSC05148

Oh, come i possenti cadono quando i giganti si scontrano coi bambini.

Storia di Jack Brockley | foto di Irwin Wong

Una semplice equazione.

L’accelerazione dei tempi della massa è uguale alla forza.

Ma provate a contrastate la tuonante accelerazione con il solletico di dita minuscole e la massa perde tutte le volte. È quello che è successo quando Miyazaki, peso 160 chili, altezza 1,80 (a sinistra), si è scontrato con la forza di allegri scolari ad una manifestazione di sumo ospitata dai club Kiwanis della 7a Divisione del Distretto Giappone.

“Siccome il sumo attraversa un boom in questo momento in Giappone, abbiamo pensato che sarebbe stato bello poter offrire ai bambini l’opportunità di interagire con i lottatori di sumo”, racconta il vicegovernatore della divisione Yoshinobu Aihara. “Di solito, i bambini vedono i lottatori di sumo solo in TV.”

DSC05187

Più di 1.000 bambini e genitori hanno assistito allo sfarzoso spettacolo di questo sport ricco di rituali. I musicisti hanno suonato con tamburi la tradizionale chiamata al torneo. Il reporter televisivo e specialista di sumo, Reiko Yokono, ha fornito commenti dal vivo. Tatsuo Hori, Kiwaniano di Yatsuhama, indossava le vesti ornate del gyöji per la sua prima esperienza come arbitro di sumo.

“All’inizio ero un po’ nervoso,” ammette Hori, “ma è stato un piacere vedere i bambini divertirsi.”

I soci del Kiwanis hanno programmato uno spettacolo molto diverso dalla solito torneo. Dopo aver sfidato i bambini a una gara al tiro alla fune, Miyazaki e i suoi 14 compagni di scuderia Tokitsukaze hanno offerto ai loro ospiti un assaggio dell’autentica vita del sumo. Hanno preparato e servito il chankonabe, uno stufato di carne, patate, carote e altri ingredienti che alimentano la massa e la forza dei lottatori.

I bambini, riferisce Aihara, erano felici, sorridenti e pieni di domande.

“Come fai ad essere così forte?” Gli ha chiesto un bambino.

DSC05234

Another expressed a different perspective, saying, “Your skin is so soft, like a marshmallow.”

Un altro si è espresso con una prospettiva diversa e ha detto: “La tua pelle è così morbida, come un marshmallow”.

Il clou della giornata sono stati gli incontri dei rikishi contro i bambini. I club Kiwanis della 7a Divisione hanno fornito 30 nastri per i bambini che si sono offerti volontari a scontrarsi con un professionista Tokitsukaze. Ma quando sono iniziate le spinte, molti altri bambini si sono precipitati sul ring.

E così si è svelata una pecca nelle leggi della fisica: l’effetto potente dei bambini che si divertono.


Questa storia è stata originariamente pubblicata nel numero di gennaio / febbraio della rivista Kiwanis.


Submit a comment

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...