RAGGIUNGERE I BAMBINI DURANTE LA QUARANTENA

La strategia di un club durante la pandemia di Covid-19

A volte, le cose prendono un verso inaspettato. Si sono pianificati eventi, sono state promesse donazioni per cause meritevoli; ma d’un tratto, senza preavviso, tutti gli eventi messi in programma devono essere annullati. Eppure, in tutto questo, i bambini continuano ad avere bisogno del Kiwanis.

“Il momento giusto per portare aiuto dove i bambini sono più colpiti dalla situazione in cui ci troviamo è adesso”, afferma Jan Frischmann, presidente del Kiwanis Club Erbach/Odenwald nel distretto Germania. E così hanno fatto.

Fortunatamente, il club aveva messo da parte un po’ di fondi per le situazioni di emergenza. La strategia: donazioni relativamente piccole ma di grande impatto. Il che significa anche prendersi cura di bambini che vivono in paesi lontani.

“In Germania siamo fortunati”, ha detto l’immediato past presidente Stefan Uhrig. “Spesso si tratta di donare giocattoli a un asilo o zainetti scolastici a bambini che ne abbiano bisogno”.

Il che è molto importante, aggiunge, ma per i bambini di altri paesi, una donazione potrebbe fare la differenza tra avere qualcosa da mangiare o patire i morsi della fame, oppure tra ottenere quanto serve per rimanere o tornare in salute.

Prima dell’arrivo del coronavirus, il club aveva già sviluppato collaborazioni con due progetti: uno in Perù e uno in Uganda.

Con il loro ultimo evento di raccolta fondi organizzato prima della chiusura generale, il club ha raccolto 500 euro per Casa Verde, una casa di accoglienza per bambini ad Arequipa, in Perù. Due membri del club che avevano già visitato il luogo hanno un figlioccio in quella città e conoscono i responsabili del centro. Ora il club riceve aggiornamenti regolari sulle condizioni dei bambini; è un sollievo per i kiwaniani di Erbach sentire che almeno per ora la situazione è sotto controllo.

Passiamo adesso ad un villaggio dell’Uganda, dove il cibo scarseggia. Un’organizzazione chiamata Abaana Afrika si è dedicata alla costruzione e alla manutenzione di una scuola per i bambini del luogo. Ma la scuola è stata costretta a chiudere, rimandando i bambini alle loro famiglie. Dato che l’alimentazione dei bambini dipendeva in gran parte dai pasti che ricevevano a scuola, adesso nutrirli tutti è diventato un enorme fardello per le famiglie, soprattutto dato che i genitori sono per la maggior parte costretti a casa e senza opportunità di lavoro.

Con una donazione di 500 euro, l’Erbach/Odenwald Club ha assicurato un mese di cibo per sette famiglie. Grazie a questa e ad altre donazioni, Abaana Afrika è stata in grado di fornire cibo a tutte le famiglie che ne avevano bisogno. Con il blocco per pandemia ancora in vigore, tuttavia, potrebbero essere presto necessari ulteriori fondi.

Naturalmente, anche in Germania non mancano bambini che abbiano bisogno dell’aiuto del Kiwanis. Quando una stazione radio locale ha raccontato delle esigenze dei centri di accoglienza per donne, il club si è subito messo in azione. Parlando con gli amministratori di uno dei centri, il club Erbach/Odenwald è venuto a sapere che una delle necessità più urgenti erano i giochi, per lo più giochi da tavolo. Ne hanno quindi acquistati diversi da un negozio del luogo, dove sono stati contenti di poterli fornire a prezzo scontato.

I soci del club hanno fornito ai bambini presenti nel centro anche un regalo con funzioni pratiche: mascherine sanitarie in tessuto con il logo Kiwanis, che il club aveva a sua volta acquistato dal loro club partner a Schärding, in Austria.

“Volevamo sostenere i nostri amici Kiwaniani, naturalmente”, dice il presidente del club Frischmann, “e la questione di dove ottenere le mascherine è diventato un argomento ampiamente dibattuto in tutta Erbach”.

Il club ne ha acquistate diverse anche per i soci. Un giorno, un impiegato di un negozio ha chiesto a Uhrig da dove venissero tutte quelle maschere. In un solo giorno, ha detto, aveva visto otto persone andare in giro col Kiwanis in bella vista sul volto.


Submit a comment

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...