Estro Artistico

180604_hma-32.jpg

I kiwaniani della California aiutano i bambini ad esprimere il loro estro creativo.

Story by Kimiko Martinez • Photos by Helen Arase

Siamo a inizio estate, in un sabato accaldato a Santa Monica, in California. Un gruppetto di bambini con indosso dei grembiuli si radunano attorno ad una incerata posta nel Centro Artistico 26th Street Arts Center. Ciascuno si dedica a schizzare e spruzzare colore su un foglio di carta a mo’ di Jackson Pollock.

È il modo migliore per darvi un’idea della giornata dedicata all’Estro Artistico sponsorizzata dal Club Kiwanis di Santa Monica.

In quel che sembra un festival dell’arte pop, bambini di tutte le età si incontrano per strada, circondati da più di 30 gallerie e negozi d’arte. Ci sono tavoli con pennarelli, matite a cera, brillantini, matite e altro materiale per arricchire progetti artistici che variano dallo stile Mondrian alle maschere, dalla cartapesta al disegno di figure dal vivo.

180604_hma-39.jpg

I bambini sorridono ai genitori, si compiacciono delle loro opere d’arte senza neanche fare caso a mani, volti e vestiti tutti imbrattati di colore.

Phil Brock, presidente del club Kiwanis di Santa Monica e commissario d’arte,  si gira a guardare un bambino col pennello in mano in braccio al papá, mentre ci dice che quella scena era proprio quello che sperava di vedere quando ha proposto ai suoi amici kiwaninani di creare la giornata dell’Estro Artistico. «Bambini e genitori sono tutti coinvolti. I genitori non hanno il cellulare in mano, non c’è limite di tempo e i bambini se ne vanno tutti imbrattati di colore».

Nel ruolo di commissario d’arte, Brock crede nel promuovere la creatività e il senso di appartenenza all’interno della comunità. Nell’arco di quattro ore più di 500 persone partecipano all’iniziativa. Nel luogo d’arte rimbombano risate, ci sono bambini dell’asilo fino a bambini di prima media, molti davvero impegnati nel proprio progetto. I genitori ammirano le varie tecniche ed alcuni si fanno coinvolgere in uno dei 18 progetti degli stand.

«Per noi questa è stata la prima esperienza in una galleria d’arte»riferisce Jerry Digby, fotografo e direttore, residente di Santa Monica, che ha scelto di partecipare all’evento con sua moglie artista ed il figlio di 4 anni.«Digby ha visto queste opere d’arte, i progetti da sviluppare e ha visto come il tutto fosse in armoia, ne ha colto il beneficio ad ampio raggio».


Submit a comment

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...