Adatto ai bambini

duelingdragons_nv_081917_00912.jpg

I kiwaniani lavorano con I bambini. È ciò che facciamo. Ecco alcune cose da tenere a mente prima del prossimo progetto. 

Essere kiwaniano vuol dire dedicare maggiore attenzione alle necessità dei giovani. In tutto il mondo i kiwaniani collaborano con persone di tutte le età per svolgere raccolte fondi, service projects e per stringere amicizia. Ma il tempo che si passa a contatto coi giovani è particolarmente importante. Spesso non è sufficiente presenziare. Ci deve essere un significato particolare associato alla vostra missione. Quando facciamo service bisogna mostrare passione, saggezza e il sorriso.

Quindi cosa bisogna sapere per lavorare con i giovani dellla nostra comunità?

LA SICUREZZA PRIMA DI TUTTO
Sapevate che tutti gli adulti che lavorano con giovani al di sotto dei 18 anni durante un evento Kiwanis devono leggere, accettare e rispettare le leggi sulla protezione minorile?

Con più di 340.000 soci Kiwanis coinvolti nei programmi dei giovani ed una maggioranza di club sponsor che lavorano coi giovani, è importante ricorddare che il bene e la sicurezza di ogni giovane sono  affidati ai kiwaniani.  Vuol dire che bisogna far rispettare le leggi sulla sicurezza e effettuare il controllo della fedina penale.

Informatevi, le normative sulle attività da svolgere a contatto coi giovani è a disposizione nel link Kiwanis.org/youthprotection.

Umatilla Elementary School rocket launch, photo by Roberto Gonzalez

NON DIMENTICATE CHE SIAMO TUTTI DIVERSI
Rispettiamo le diverse individualità. Apprezziamo il valore nella diversità. Riconosciamo che siamo tutti unici e apportiamo elementi diversi ai club. Alcuni soci si sentiranno più coinvolti a fare service anzichè contribuire alle raccolte fondi. Altri soci vorranno lavorare dietro le quinte della tecnologia. Altri ancora si sentono a loro agio nell’interagire faccia a faccia nella comunità.

Non dimentichiamo che il cervello si sviluppa con tempi e in modi diversi. I soci K-Kids hanno bisogno di un approccio diverso rispetto ai soci dei Builders Club, visto che a livello intellettivo sono in una fase di sviluppo diversa. Ai soci dei Key Club piacerranno attività diverse rispetto ai soci K-Kids. Siamo tutti diversi, impariamo e condividiamo in modi diversi ed è bello che sia così.  Tutti traggono vantaggio dal lavorare insieme.

«Sono fermamente convinta dell’approccio basato sulle capacità intellettive» dice Lisa Pyron, consultente Kiwanis del club K-Kids Kiwanis alla Scuola Elementare College Park di Indianapolis,  e specialista dello sviluppo al Kiwanis International. «Ci sono ottimi libri sullo sviluppo celebrale e sui sistemi più efficaci per coinvolgere i giovani. Faccio del mio meglio per integrare i vari metodi di apprendimento: visuale, uditivo, verbale, cinetico nelle nostre attività. Inizio gli incontri K-Kids con un esercizio di allineamento mente-corpo e tutti, al di lá dei vari livelli di capacità, si alzano in piedi e si concentrano sulla respirazione e iniziano a seguire il lider. Ci muoviamo, ci stiriamo e seguiamo il flusso di energia positiva dell’attività successiva. Non è solo un momento di benssere per i soci, lo è anche per me, mi sento serena, rilassata e pronta a partecipare».

SIATE PRESENTI
Il Vostro club aiuta in un progetto per insegnare a leggere col vostro club sponsorizzato K-Kids? Ottimo. I soci si iscrivono per aiutare solo due volte l’anno? Si può far meglio.

È importante la frequenza nelle cose. Non vi presentate solo per leggere la storia ed andare via. Cogliete l’occasione per fare visita ai K-kids e leggere la storia in modo coinvolgente. (Se volete imparare tecniche per leggere una storia in modo accattivante, consultate il link kiwanismagazine.org/readaloud ). I giovani saranno maggiormente coinvolti, si ricoderannno delle vostre visite e spererannno di vedervi più spesso. È così che stabiliamo legami più forti, diventiamo mentori e trasforiamo l’apprendimento e l’essere lider in un’esperienza piacevole e divertente.  Ricordatevelo quando lavorate con i progetti

“Divertitevi!” dice Mary Bowen, consigliere del Key Club della Scuola Superiore di Fridley, Minnesota. “I kiwaniani possono metersi in contatto con i soci del Key Club e diventare un modello di vita. Ho avuto modo di stare a contatto con molti studenti. L’amicizia e l’affetto reciproci che ho instaurato con loro durarerano per sempre. Sono diventata socia Kiwanis solo grazie agli eccezionali SLP”.

HMA_170518_0049

Altre idee per essere presenti:
Accertatevi che i vostri soci Kiwanis facciano volontariato con i vostri SLP e nei progetti di service di club e nelle raccolte fondi. Create turni di lavoro. Aiutate affiggendo poster. Chiedete aiuto per come chiedere e gestire i soldi.

  • Siate disponibili sempre a dare un consiglio. Scambiatevi indirizzi e numeri di telefono per rimanere in contatto.
  • Andate alle elezioni di club degli SLP e fate foto per il club per poi pubblicarle sui social media.
  • Aggiornate il vostro sito web Kiwanis con informazioni riguardanti i SLP.

Frequentate gli incontri ma ricordatevi che state cercando di insegnare a questi studenti a diventare lider. “Ricordatevi che i Key Club sono gestiti dagli studenti”, dice Bowen. “Per me la cosa più difficile da fare è non dire nulla. Sono una persona di natura socievole e devo ricordarmi di continuo di tacere”.

IMPARATE I NOMI
Essere amichevoli e socievoli aiutano sempre. Cuando partecipate ad una riunione di Key Club, se siete in grado di salutare la presidente del club chiamandola per nome dicendo “ Ciao Chiara, come va? “ anzichè poter dire solo “Qual è il programma della riunione di oggi?” ha un valore enorme. Instaurare rapporti positivi porta a costruire club più forti.

Il proprio nome è per ciascuna persona il suono più dolce e importante in qualsiasi lingua”, così scrive Dale Carnegie nel suo libro ”Come trattare gli altri e farseli amici”.

OGNI OCCASIONE È VALIDA PER IMPARARE QUALCOSA DI NUOVO
Immaginate la seguente situazione: Siete consigliere di un Builders Club, presenziate ad una riunione e la presidente è agitata, confusa proprio mentre sta parlando davanti a tutti. Ride, si copre il viso con la mano mentre fa dei commenti poco edificanti su di sè. Prosegue con la riunione, quando finisce continua a fare commenti su come si sente e come si comporta davanti agli altri. Voi potreste semplicemente salutare e tornare a casa, oppure potete cogliere l’occasione per dirle le cose ha fatto bene e per darle dei consigli per come migliorare. Questa è la vostra occasione d’oro. Siate la persona che condivide con il giovane il fatto che ci siete passati anche voi e che alla fin fine non è successo niente. Assumete il ruolo di mentore che vi siete impegnati a rappresentare.

_DSF2480

NON ABBIATE TIMORE
Sembra impossibile ma ci sono soci Kiwanis che non si sentono a loro agio a lavorare con i giovani.

  • Pensi che i giovani si esprimano in modo strano?
  • Vi preoccupa che non avete interessi in comune?
  • C’è un salto generazionale nell’uso della tecnologia che vi fa temere un certo progetto?
  • Siete timidi?
  • Temete di non piacere ai  soci del Key Club ?

È natural avere insicurezze, ma avete con voi una serie di trucchi che forse non sapete neanche di avere. Avete eventi e storie da raccontare, avete esperienza, avete saggezza. Avete la capacità di sollevare lo spirito e l’autofiducia e far sapere che tutto si risolve. Più parlate più il giovane si aprirà e vi farà domande. Neanche potete immaginare quanto sia arricchente lo scambio per entrambi. Non c’è niente da temere.

Mary Bowen offer una serie di suggerimenti per chi ha timore di lavorare con i giovani.

“Vi invito ad andare non una, non due, ma più volte, vedrete che i giovani vi mancheranno e gli mancherete anche voi. Durante le prime visite, andate insieme ad una persona estroversa”.

Un’altra cosa: “Rimanete aggiornati con i social media! Ho quasi 81 anni e ho dovuto imparare ad usarli, sia per poter comunicare con i soci Key Club che con i miei 10 nipoti. Sono orgogliosa di aver imparato”.


 

Submit a comment

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...