Biciclette rimesse a nuovo

_DSC1182

UN CLUB KIWANIS GIAPPONESE RIMETTE A NUOVO BICI DA REGALARE AI BIMBINI IN CAMBOGIA.

Articolo e foto di Jack Brockley

Biciclette, tante biciclette, bici dappertutto! Provengono a migliaia dal sud-est asiatico fino ad arrivare in Cambogia, sono consumate, mezze rotte e non le vuole più nessuno. Impilate fino a due metri e mezzo di altezza su un traino tuktuk, vengono lasciate lungo le strade piene di traffico tra Phnom Penh ed il mercato Heng Ly. Queste strade sono fiancheggiate da un mare di bancarelle e negozietti che riparano e rimettono a nuovo le bici. Ripristinano le bici con nuovi cambi marce, ruote, raggi e la montatura viene ridipinta nuova di zecca, a volte capita anche di aggiungere il campanello ed il cestino. Dopo il lavoro di ripristino, vengono regalate a chi ne godrà di più: i bambini.

In un mercoledì caldo di giugno, i kiwaniani della Cambogia e del Giappone hanno disposto 50 biciclette, una accanto all’altra all’ombra, nel giardino spazioso della scuola primaria Sen Sok. Gli studenti si sono messi a suonare campanelli, a toccare le catene e scorrere la mano sull’adesivo che leggeva: «Club Kiwanis di Fukuoka, Giappone». Alcuni bambini hanno montato le bici, tutte ferme e sollevate dal cavalletto posteriore, e hanno pedalato sul posto con gioia.

Sei soci del Club Kiwanis giapponese Fukuoka, si sono recati a Phnom Penh, in Cambogia, per donare 50 bici messe a nuovo al mercato di Heng Ly a 50 studenti della scuola primaria Sen Sok. È stata una giornata speciale per questi bambini che hanno già affrontato tanti ostacoli nella vita nonostante la giovane età. Molti di loro vivevano nel centro urbano ma a causa dei frequenti incendi, a volte tragici, hanno dovuto traslocare. Di recente il governo ha trasferito i residenti a Sen Sok, una nuova comunità costruita alla periferia nord-ovest della capitale. Anche se adesso vivono in un’area più sicura, sono ancora carenti di molti servizi di prima necessità.

Thor Koeun, past presidente del Club Kiwanis di Phnom Penh, ci dice che «alcune famiglie non hanno i mezzi per comprare le divise di scuola obbligatorie».

Fondato nel 2013 il Club di Phnom Penh ha la reputazione di servire i bambini. Sistematicamente distribuisce materiale scolastico, alimenti e divise per le scuole. Tramite il loro legame e coinvolgimento con la Regione Asia-Pacifico del Kiwanis, i kiwaniani della Cambogia fanno da portavoce nel richiedere aiuto ad altri kiwaniani. I kiwaniani collaborano con le scuole di zona ed il club Phnom Penh compila e divulga liste di articoli necessari a favore degli studenti. Grazie anche all’aiuto di altri club asiatici, vanno in Cambogia e portano in regalo sapone, shampo, zucchero, riso e…uno degli articoli più apprezzati dagli studenti: le bici.

Tre anni fa il Club Kiwanis Fukuoka ha creato un programma di gemellaggio con i kiwaniani di Phnom Penh e hanno donato 50 biciclette agli studenti della scuola superiore a Hun Sen Kompong Phnom. Nel giugno scorso sono tornati in Cambogia e questa volta sono andati a Sen Sok.

«La Scuola Primaria Sen Sok ha più di 1.000 studenti», dice Uk Chanveasna, presidente del Club Kiwanis Phnom Penh. Tra il corpo studentesco ci sono ben 165 studenti che vivono in povertà. Avendo a disposizione solo 50 biciclette, sono state regalate ai più bisognosi, agli altri 115 è stato regalato materiale scolastico».

Dopo una cerimonia con presentazioni, discorsi ufficiali ed una canzone cantata dagli studenti, i soci Kiwanis hanno portato uno per uno i 50 studenti a prendere possesso delle loro nuove biciclette. Una bambina ha abbracciato con gioia il cestino della sua nuova bici verde a dieci marce. Un altro bambino ha preso la bici e si è allontanato un po’, per godersela con calma da solo. Il giardino risuonava col campanío dei campanelli, alcuni bambini toccavano le ruote e altri provavano i freni.

Il presidente Naofumi Sato, del Club Kiwanis Fukuoka, era davvero soddisfatto. «L’euforia del bambini cambogiani era davvero tanta» dice Sato «ed il fatto che il nostro progetto abbia avuto quel tipo d’impatto, è testimonianza che abbiamo fatto del bene».

Biciclette, tante biciclette. Bici per andare a scuola, a casa di amici, per fare le spese, per divertirsi.

Biciclette per bambini.

Cambodia 2019 - J Brockley151


 

Submit a comment

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...